']); _gaq.push(['b._trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'stats.g.doubleclick.net/dc.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })();

Pizza rustica pasquale o scarcedda

Mia zia venne a trascorrere le feste di Pasqua da noi, e  aveva  voglia di mangiare la pizza rustica del suo paese la famosa scarcedda…

pizza rustica o scarcedda

..lei abitava in Liguria e noi in Piemonte.

Però lei e mamma erano nate e cresciute in Basilicata.

Mia zia era anche incinta,e chiese a mamma -Ma non hai fatto la scarcedda?-

Mia mamma rispose che in Piemonte non usava, e la disperazione sconvolse il volto della zia!

A me solo il nome “scarcedda” già mi mise appetito, e infatti poi venendo a sapere come era fatta, l’appetito arrivò alle stelle!

Quando nel periodo pasquale faccio questa pizza rustica, penso sempre a questo episodio e mi viene sempre in mente la faccia delusa della zia.

Nel ripieno potete aggiungere tutti i tipi di formaggio che più vi piacciono.

Io vi suggerisco questa ricetta così come la preparo da sempre, e come mi ha insegnato la mamma, ma ripeto, potete aggiungere gli ingredienti che più vi piacciono.

Se volete provare occorre…….

Preparare la pasta con 500g di farina 7 gr  di lievito di birra fresco  sciolto in poca acqua tiepida e fare lievitare in un luogo caldo fino a quando non ha raddoppiato il volume.

Nel frattempo tagliate a dadini 200g di mortadella, 200g di prosciutto cotto, un salamino tipo cacciatorino affettato, 200g di prosciutto crudo, una scamorza, una ricotta semi stagionata.

Poi  in un piatto sbattete 5 uova con un poco di sale un pizzico di pepe  e tanto formaggio grattugiato.…potete anche grattugiare diversi tipi di formaggio, il pecorino, il parmigiano…

Stendete la pasta in una teglia di 32 cm di diametro e distribuitevi sopra i salumi e in poi  versate le uova conservandone un poco per ricoprire la pizza.

 

PicMonkey Collage

Coprite il tutto con un altro disco di pasta,  sigillate bene i bordi e bucherellate con i rebbi della forchetta la superficie.

Distribuite poi sulla pizza rustica  dei pezzettini di burro e l’uovo messo da parte…infornate a 200°C per 45 minuti 

Come tutti i rustici, la pizza rustica è buona fredda il giorno dopo, per questo è adatta per le gite e i pic nic che faremo in primavera!

Messa in frigo si conserva anche per alcuni giorni.

 

Pizza rustica pasquale o scarceddaultima modifica: 2017-03-28T19:46:47+00:00da cristina-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento